Natale per caso

Lunedì di ripartenza, dopo la nebbia di ieri notte. Nebbia fitta, erano anni che non la vedevo così fitta. Quella nebbia che ti fa sentire strana e sembra che tutto diventi silenzioso, un pò come quando nevica.
Lunedì di un incontro di lavoro unito ad una chiacchierata seria su di me, sul periodo che sto passando. Fa bene parlare così. Chiacchierata che mi ha riportato qua e adesso, presente nel mio presente (scusate la ripetizione).
Ed un’ora passata alla Feltrinelli per farmi un autoregalo, era tanto che non succedeva anche questo: libri e cd.
Passare attraverso le bancarelle di Natale in centro, poche persone, i venditori che scherzano tra loro sereni, le luci accese e i banchi pieni di colori..e improvvisamente si sente l’aria delle feste che stanno arrivando.
Una lunga passeggiata, lunga e lenta senza il bisogno di accellerare il passo per scappare da chissà chi o cosa.
Lasciare scorrere concentrandosi solo sul presente, senza chiedere, senza lottare…e fa stare bene.

Annunci

One thought on “Natale per caso

  1. vedo che la nebbia di ieri sera ha ispirato anche te.. chi non è nato in terre nebbiose non sa quanto possa essere bella; io che vivo da molti anni in una città dove praticamente non si vede mai, ne sento, fortissima, la mancanza. fortuna che proprio ieri sera ero per strada verso l’emilia e ne ho potuta vedere tantissima! ciao, elena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...