So.

– Che questa sera sono stanca morta.

– Che è stata una giornata folle che mai, avrei pensato di vivere.

– Che la prima persona che saprà prendermi tra le braccia, farmi sentire protetta anche se non ho bisogno di protezione, esserci, prendere la mia vita tra le sue mani anche solo per mezz’ora e dirmi sorridendo: “Tranquilla, ora ci penso io, tu devi essere semplicemente te stessa, almeno con me”.
Ecco so che cercherò di rendere talmente felice quella persona, da non farla mai pentire di quell’abbraccio.

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in me e contrassegnato come , da Paola . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...